Contatti

Informative

Frequently Asked Questions

FAQs:

  • 1) Quando saranno disponibili sul mercato i jet DeepSpeed?

    I nostri jet sono attualmente in fase di sperimentazione in acqua. Tutto il 2021 sarà dedicato alla realizzazione di test con alcuni cantieri partner selezionati, che installeranno la tecnologia DeepSpeed su scafi attualmente in commercio, ed in partnership col CNR. La commercializzazione avverrà da inizio 2022.

  • 2) Che tipo di imbarcazione può essere equipaggiata con la tecnologia DeepSpeed?

    In questa fase di startup il target di riferimento è la nautica da diporto di fascia medio alta in una dimensione fra 12 e 24 metri.

    Stiamo comunque la vorando anche a progetti diversi, che variano dal mondo del racing a quello del trasporto commerciale e di passeggeri.

  • 3) Sono un cantiere e vorrei prendere contatto con voi per avviare una collaborazione

    Al momento dobbiamo gestire un numero elevatissimo di richieste in tal senso, quindi nel 2021 dobbiamo necessariamente selezionare i progetti sui quali concentrarci.

    Per iniziare una collaborazione ci sono quattro passaggi da rispettare: primo è la sottoscrizione di un NDA (clicca qui) e di una LOI (clicca qui) su carta intestata del cantiere che descrive il motivo dell’ingaggio e la natura del progetto.

    A seguire, il progetto sarà vagliato dal comitato tecnico/scientifico della SEALENCE che deciderà se il progetto può essere fra quelli candidati.

    Successivamente ci occuperemo di effettuare uno studio di fattibilità tecnica ipotizzando qual è il giusto powertrain per la specifica applicazione.

    L’ultimo step sarà seguito da un accordo di sperimentazione congiunta e commerciale, rispetto al quale si concorderà il piano di progetto.

  • 4) Sono un armatore privato e vorrei installare la vostra tecnologia sulla mia imbarcazione

    Durante tutto il 2021 condurremo i test soltanto con i cantieri partner. Per le applicazioni private si dovrà attendere l’apertura delle vendite a partire da inizio 2022. In ogni caso sarà possibile nella seconda parte del 2021 prenotare un sistema DeepSpeed; vi consigliamo di iscrivervi ai nostri social per seguire gli eventi e le novità.

  • 5) Fino a che potenza arrivano i jet DeepSpeed?

    Al momento sono disponibili due differenti modelli: il più piccolo (280RE) ha una potenza di 280CV equivalenti mentre il più grande (420RE) ha una potenza di 420CV equivalenti.La gamma si arricchirà nel corso dei prossimi mesi di un 180CV equivalenti e di un modello da circa 600CV.

    Per i dettagli dei modelli attualmente in fase di sperimentazione si rimanda alle schede tecniche pubblicate su deepspeed.it/jet

  • 6) La tecnologia della SEALENCE riguarda sviluppo dei soli jet?

    La nostra offerta comprende tutto un ecosistema che ha l’obiettivo di ridefinire il modo di navigare in modo sostenibile per l’ambiente. Ciò che installiamo sull’imbarcazione è una soluzione end-to-end che comprende l’intero powertrain: elettronica di potenza, pacco batteria, range-extender, dashboard, ecc… oltre ad una serie di soluzioni a “bordo banchina” circa sistemi di ricarica e di autoproduzione dell’energia.

    Sono poi previsti una serie di servizi di monitoraggio remoto via smartphone o PC per la verifica dei sistemi installati.

  • 7) Qual è la tipologia di batterie utilizzate? Qual è la loro durata?

    Il powertrain DeepSpeed utilizza batterie al litio di derivazione automotive, opportunamente modificate e certificate per utilizzo in ambiente marino. È possibile installare tipologie diverse di batteria, a seconda che si stia prediligendo le grandi percorrenze piuttosto che le grandi velocità.

    La loro durata dipende da una serie di fattori quali la quantità di pacchi batterie installati, la velocità di crociera desiderata, il tipo di jet installato, la presenza di un range extender e soprattutto la resistenza al moto generata dallo scafo (drag) alle varie velocità, per cui non è possibile “generalizzare” il concetto di durata delle batterie.

    Tutti i dati saranno comunque forniti dal cantiere navale in abbinamento allo scafo sul quale viene installata la tecnologia DeepSpeed.

  • 8) Come funziona il Range Extender?

    Il range extender è generatore di energia basato su un motore diesel di derivazione automotive opportunamente marinizzato. Ha lo scopo di ricaricare il pacco batterie, quindi è molto più compatto e leggero di un motore diesel destinato alla propulsione, il che lo porta ad avere un eccezionale rapporto potenza/peso con dei consumi ridottissimi. Viene utilizzato soltanto nei sistemi “DeepSpeed Hybrid”, che comunque permettono di navigare in modalità full-electric nel momento in cui si disattiva il range-extender

  • 9) Il sistema sarà installabile per applicazioni a vela?

    Attualmente ci stiamo occupando di sostituire la propulsione principale su imbarcazioni a motore tradizionali. La nautica sailing rientrerà nel progetto a partire dal 2022.

  • 10) Esiste già una rete di distribuzione e assistenza sul territorio per l’installazione dei DeepSpeed?

    Al momento la rete di distribuzione ed assistenza è ancora in corso di creazione e sarà disponibile coerentemente con l’inizio della commercializzazione, prevista a partire dal 2022.

  • 11) Come viene affrontata la resistenza all’acqua di mare?

    Ogni componente che entra in contatto con l’ambiente marino è soggetto all’aggressiva corrosione della salsedine. Le tecnologie disponibili sul mercato per far fronte al problema sono ad oggi molto note ed avanzate.

    Il sistema DeepSpeed utilizza tecniche molto sofisticate per il governo ed il continuo monitoraggio dei fenomeni corrosivi, impiegando un mix di materiali, trattamenti e rivestimenti anticorrosivi tali da garantire un’elevatissima resistenza ed affidabilità nel tempo, riducendo in modo significativo gli intervalli di manutenzione di un classico motore tradizionale.

  • 12) Posso avere un preventivo per l’applicazione di DeepSpeed?

    Al momento i sistemi DeepSpeed non sono venduti al pubblico ma esclusivamente ai cantieri navali e quindi su imbarcazioni di nuova commercializzazione. Per i relativi costi, si rimanda alle informazioni commerciali che saranno fornite dal cantiere.

    Dal 2022 sarà poi aperta la vendita al pubblico, pertanto sarà possibile chiedere dei preventivi specifici per il “retrofitting” di imbarcazioni esistenti.

    Indicativamente il prezzo sarà equivalente ad un motore tradizionale di analoga potenza.